Vai al contenuto

La domanda per la verifica del contatore deve essere presentata dal cliente al proprio venditore.

È una prestazione che ha un costo e che rimane a carico del cliente finale nel caso in cui venga dimostrato il buon funzionamento dell’apparecchio.

La verifica viene effettuata dal distributore secondo quanto previsto dalla normativa tecnica vigente.

Qualora la verifica non conduca all’accertamento di errori, l’importo versato dal cliente non verrà rimborsato.

Qualora invece la verifica conduca all’accertamento di errori superiori ai limiti ammissibili fissati dalla normativa vigente, il distributore comunica al cliente, insieme all’esito della verifica, la data prevista per la sostituzione del contatore, che deve avvenire entro 15 giorni lavorativi dalla data di messa a disposizione dell’esito della verifica.

Successivamente il distributore provvederà alla ricostruzione dei consumi (secondo la delibera apposita) che verranno conguagliati al cliente nella prima bolletta utile unitamente alla restituzione dell’importo versato per la richiesta di verifica metrica.

 

Hai ancora dubbi?