Bonus energia

TORNA

Il Bonus Energia è uno strumento che garantisce una riduzione della spesa sulle bollette del gas e/o dell’energia elettrica alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose, introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità, con la collaborazione dei Comuni.
Il bonus vale esclusivamente per il gas naturale distribuito a rete, e non per il gas in bombola o per il GPL.
Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.
L’importo del bonus viene scontato direttamente nella bolletta, in rate successive.

Come fare per richiedere il bonus – fino al 31/12/2020

Per richiedere il bonus occorre compilare gli appositi moduli e consegnarli, completi della documentazione richiesta, al proprio Comune di residenza o presso altro soggetto eventualmente designato dallo stesso Comune (ad esempio i Centri di Assistenza Fiscale CAF).
I moduli sono reperibili presso i Comuni o possono essere scaricati dal sito internet dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente o dal sito Anci.
Con un’unica domanda può essere richiesto contemporaneamente sia il bonus gas che il bonus elettrico.

Come fare per richiedere il bonus – dal 01/01/2021

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.
Gli interessati non dovranno più presentare la domanda per ottenere i bonus per disagio economico presso i Comuni o i CAF. Sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate (es.: assegno di maternità, mensa scolastica, bonus bebè ecc.)
Se il nucleo familiare rientrerà in una delle tre condizioni di disagio economico che danno diritto al bonus (che sono rimaste invariate), l’INPS invierà i suoi dati al SII (Sistema Informativo Integrato gestito dall’Acquirente Unico), che incrocerà i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità e/o gas permettendo di erogare automaticamente i bonus agli aventi diritto.
Ovviamente uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas con tariffa per usi domestici e attivo.

Quali bonus verranno erogati automaticamente

Ai cittadini/nuclei familiari aventi diritto verranno erogati automaticamente (ossia senza necessità di presentare domanda):

  • il bonus gas
  • il bonus elettrico per disagio economico

Non verrà invece per il momento erogato automaticamente il bonus per disagio fisico. Pertanto dal 1° gennaio 2021 nulla cambia per le modalità di accesso a tale bonus: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali per la loro sopravvivenza dovranno continuare a farne richiesta presso i Comuni o i CAF abilitati.
Per qualsiasi ulteriore informazione relativa al bonus sociale è possibile consultare il sito di ARERA ai seguenti link:
arera.it/bonus-gas
arera.it/bonus-sociale

Bonus energia, per la riduzione della spesa sulle bollette del gas e/o dell’energia elettrica