Vai al contenuto

Un legame che va oltre le vette

Da anni LORO luce gas è sponsor orgoglioso del famoso Mario Vielmo, alpinista, scalatore e guida alpina da più di 30 anni originario di Lonigo.

Lo abbiamo sostenuto in tutte le sue spedizioni: dal 1998 verso Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo in Nepal, fino ad oggi, verso la sua dodicesima vetta, Il Broad Peak (8047 metri), nel cuore del Karakorum, in Pakistan.

Una spedizione nata dal cuore

A giugno, Mario si prepara per questa nuova avventura spinto non solo dalla sua passione per la montagna, ma anche per aiutare l’Associazione Sìdare Onlus che, con il progetto Due su Seimila, si propone di costruire la seconda scuola in Nepal.

Ma non è tutto. Mario porterà con sé anche la bandiera di Parent Project, l’organizzazione italiana di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Un gesto simbolico per sensibilizzare su questo argomento ancora poco conosciuto.

Alla conquista del K3

Conosciuta anche come K3, Il Broad Peak fa parte del gruppo montuoso Gasherbrum situato nella regione Nord-Orientale del Baltoro nella catena del Karakoram, sull’Himalaya. È una delle tre cime principali che superano gli 8000 metri sopra il livello del mare.

Già nel 1996 Mario aveva tentato di conquistare la vetta del Broad Peak arrivando a quota 7500 m. Quest’anno ci riprova e tutti noi di LORO luce gas facciamo il tifo per lui.

Mario, la tua dodicesima vetta ti aspetta!

Di seguito riportiamo le vette oltre gli 8000 metri raggiunte da Mario:

  1. Dhaulagiri, 1998
  2. Manaslu, 2000
  3. Cho Oyu, 2001, scalata in solitaria
  4. Everest, 23 maggio 2003, scalata in solitaria lungo la parete nord est, con l’uso di ossigeno.
  5. Shisha Pangma, settembre 2004, scalata della cima centrale (8 008 m s.l.m.) compiuta insieme a Cristina Castagna
  6. Gasherbrum II, luglio 2005
  7. Makalu, maggio 2006, portando in vetta la fiaccola delle Olimpiadi invernali di Torino con un messaggio di pace del Dalai Lama
  8. K2, 21 luglio 2007, durante la scalata perde la vita l’alpinista Stefano Zavka
  9. Kangchenjunga, 20 maggio 2013
  10. Annapurna, 1 maggio 2016
  11. Lhotse, 26 maggio 2017, scalata senza ossigeno insieme a Nicola Bonaiti