Vai al contenuto

Una boccata di libertà oltre gli 8000 metri

Era il 2019 quando abbiamo seguito l’ultima avventura dell’alpinista di Lonigo Mario Vielmo verso la scalata del Broad Peak (8047 m). Eravamo con lui, col pensiero ovviamente, quando raggiunse la vetta il 17 luglio, un successo che abbiamo sentito anche un po’ nostro.

Oggi Mario è pronto a ripartire per un’altra entusiasmante spedizione che ha sapore di rivincita: la conquista del Gasherbrum 1 (8,080 m). Una vetta a cui ha dovuto rinunciare nel 2008 a soli 200 metri dall’arrivo, causa maltempo e una seconda volta nel 2011 a poco più di 100 metri dalla cima nuovamente per motivi atmosferici, non prima di aver contribuito al salvataggio di un portatore pakistano. Quella bufera gli valse una conquista che quest’anno siamo sicuri raggiungerà.

Forza Mario! Che la nostra energia ti accompagni durante la scalata!

Di seguito riportiamo le vette oltre gli 8000 metri raggiunte da Mario:

1. Dhaulagiri, 1998

2. Manaslu, 2000

3. Cho Oyu, 2001, scalata in solitaria

4. Everest, 23 maggio 2003, scalata in solitaria lungo la parete nord est, con l’uso di ossigeno.

5. Shisha Pangma, settembre 2004, scalata della cima centrale (8 008 m s.l.m.) compiuta insieme a Cristina Castagna

6. Gasherbrum II, luglio 2005

7. Makalu, maggio 2006, portando in vetta la fiaccola delle Olimpiadi invernali di Torino con un messaggio di pace del Dalai Lama

8. K2, 21 luglio 2007, durante la scalata perde la vita l’alpinista Stefano Zavka

9. Kangchenjunga, 20 maggio 2013

10. Annapurna, 1 maggio 2016

11. Lhotse, 26 maggio 2017, scalata senza ossigeno insieme a Nicola Bonaiti

12. Broad Peak, 17 luglio 2019

Volete recuperare le puntate precedenti della scalata di Mario verso il Broad Peak? Ecco i link dei nostri articoli:

Un legame che va oltre le vette

Un’amicizia oltre gli 8000 metri